Come migliorare un canale YouTube

Trasforma gli utenti in clienti con YouTube

Un canale YouTube ben curato, con video di qualità adatti ad ogni fase del funnel e le giuste call to action, diventa uno strumento utilissimo per le conversioni.

Nell’immaginario collettivo YouTube spesso è visto soltanto come puro intrattenimento ma in realtà è una piattaforma dalle grandi potenzialità a livello di marketing.

Ottimizzazione del canale YouTube

Le prime impressioni contano, è un dato di fatto.

Dobbiamo riuscire a catturare l’attenzione dell’utente ed assicurarci che sia chiaro fin da subito cosa facciamo e come possiamo aiutarlo.

Il nostro canale deve rispecchiare l’immagine e i valori del brand. Curiamo tutti i dettagli: foto profilo, banner, descrizione, tab informazioni, contenuti.

Creiamo un look coerente e immediatamente riconoscibile anche per i thumbnails dei nostri video.

Consiglio: copertina accattivante accompagnata da un testo semplice ed esplicativo che funga da gancio per attrarre subito l’interesse dello spettatore.

E se vuoi saperne di più su come creare un thumbnail YouTube ti lascio un mio video tutorial; guarda qui.

Inoltre è bene organizzare i video in playlist diverse dedicate ad un argomento specifico, cosicché i contenuti siano ancora più facili da trovare.

Video e funnel di marketing

Per far crescere un canale YouTube dobbiamo ovviamente puntare sui contenuti di qualità.

Non tutti gli utenti però si trovano allo stesso punto all’interno del customer journey.

Per ogni fase del funnel di marketing bisogna creare contenuti diversi:

  • Top of the funnel: video introduttivi dove facciamo storytelling per creare fiducia verso il nostro brand e il nostro prodotto/servizio;
  • Middle funnel: approfondiamo uno specifico argomento oppure offriamo alle persone una panoramica più dettagliata su come usare un determinato prodotto;
  • Lower funnel: video tutorial e guide step by step attraverso cui accompagniamo l’utente che magari ha dei dubbi o problemi che vuole risolvere;
  • Clienti fidelizzati: contenuti più avanzati dove mostriamo alla nostra community già acquisita tasks più complessi oppure offriamo loro ancora più valore.

Solitamente i video sono registrati ma può essere molto utile anche fare degli streaming live per coinvolgere il pubblico ed aumentare l’engagement.

Il potere della call to action

Tanti più video nostri guarda un utente, tanto più cresce la probabilità che YouTube suggerisca come raccomandati anche altri video del nostro canale nella sua homepage.

Certamente avere visitatori abituali è ottimo ma le visualizzazioni non sono conversioni.

Per far sì che l’utente si trasformi in cliente dobbiamo sempre inserire una call to action.

Invitiamo l’utente a fare il passo successivo, dicendogli chiaramente come può farlo.

Inseriamo uno o più link nella descrizione, per veicolare il traffico da YouTube ad altre piattaforme come il sito web, un blog, un e-commerce, un webinar, o un altro video.

YouTube in quanto social media è anche un motore di ricerca: ottimizzare i titoli e la descrizione dei video è importante perchè ci aiuta ad aumentare le possibilità di essere trovati.

Condividi su: