Cosa è il conversational marketing?

Come funziona il conversational marketing

Sempre più persone fanno shopping sul web oggi ed attraverso il conversational marketing possiamo offrire un servizio online di qualità.

Utilizzando le conversazioni ci prendiamo cura al meglio del cliente nel mondo digitale, proprio come faremmo se qualcuno entrasse dentro il nostro negozio fisico.

Il conversational marketing ci permette di parlare a centinaia, se non di più, potenziali clienti nello stesso momento.

Le conversazioni possono avvenire ovunque si trova l’utente: sui social, sul nostro sito web, attraverso le app di messaggistica, ecc. ecc.

Perché è importante il conversational marketing?

Intanto rende lo shopping online più semplice, divertente e personale.

I consumatori moderni esigono 3 valori fondamentali mentre acquistano: rapidità, convenienza e gentilezza dello staff/dell’azienda.

Addirittura il 73% considera il servizio di customer care come un fattore determinante quando devono scegliere se acquistare oppure no.

1 cliente su 3 dichiara di non voler comprare più nulla da un brand se ha avuto anche una sola esperienza negativa. 

Ed il 65% delle persone ritiene che per un’azienda offrire un’esperienza positiva ai propri clienti è molto più importante che creare una bella campagna pubblicitaria.

Quindi è evidente che il marketing conversazionale può giocare a nostro favore, se lo inseriamo correttamente nella nostra strategia.

Oltre agli strumenti di intelligenza artificiale che esistono (chatbot, risposte automatiche, live chat, assistenti vocali), non sono assolutamente da sottovalutare i social media.

Studi recenti mostrano che il 92% delle persone utilizza i social per cercare informazioni su un determinato brand ed il 64% cambia idea su un prodotto o servizio in base alle cose che legge online.

Inoltre, dato molto rilevante se facciamo business online, il 71% degli utenti si sente più inclinato ad acquistare se prima ha avuto modo di fare domande e dialogare con il brand.

Fare shopping, anche nell’era pre-digitale, è sempre stata un’esperienza sociale.

Pensiamo a quante volte abbiamo chiesto a qualcuno di venire a fare shopping con noi per condividere quel momento insieme, o magari abbiamo mandato una foto di un prodotto ad un amico/a chiedendo il suo parere.

I consumatori sono sempre più esigenti, vogliono interazioni vere, soprattutto quando decidono di comprare online.

Non vogliono essere trattati da semplici numeri ma desiderano connessioni umane con i brand. In tutto ciò un ruolo centrale lo gioca la fiducia che riusciamo ad infondere in chi interagisce con noi.

Tra l’altro sul mio blog trovi un articolo in cui esploriamo proprio come la fiducia aiuta ad aumentare le vendite. Clicca qui per un approfondimento.

Riflessioni conclusive

Il conversational marketing ci aiuta a generare più lead, ad offrire un servizio di assistenza cliente migliore ed incrementare le vendite andando ad intervenire per risolvere i problemi appena si presentano.  

Al tempo stesso ci consente di raccogliere tante nuove informazioni sui nostri clienti che possiamo utilizzare anche per il retargeting. 

Il 63% dei consumatori ammette che sono disposti a condividere sempre più dati personali con noi, se hanno avuto un’esperienza positiva con la nostra azienda.

A proposito di clienti e consumatori, se desideri imparare come sfruttare al meglio Instagram per il tuo business online, ti invito a guardare il mio webinar gratuito “La notte degli Oscar di Instagram“.

E’ una lezione formativa insieme a me, completamente gratuita. Riserva ora il tuo posto gratis iscrivendoti a questo link.

Condividi su: