Perché bisogna sfruttare il formato video?

Analizziamo perché il formato video è importante

Un’immagine vale più di mille parole. Potremmo dire che al giorno d’oggi allora un video vale come un’intera libreria e tutti i film che sono stati tratti da romanzi.

Scherzi a parte, ti sarai reso conto anche tu, come professionista del digital marketing o semplice utente, della presenza massiccia del formato video sui social.

Tra l’altro della rapida ascesa del formato breve, ne avevamo già parlato nel mio blog in questo articolo.

Un sondaggio effettuato dal Content Marketing Institute ha rivelato che il 73% dei marketers afferma che nell’ultimo anno i video sono diventati di vitale importanza per il proprio business.

Inoltre si prevede che quella del video marketing sarà l’area in cui saranno fatti i maggiori investimenti nel 2023.

L’importanza del formato video

Ti sarai sicuramente accorto che tutte le maggiori piattaforme stanno puntando sui video: pensa a Instagram con i reels, a TikTok ed anche YouTube recentemente con gli shorts.

Questo perché sono gli utenti stessi che consumano sempre di più questo tipo di contenuti.

L’attenzione delle persone sul web però è limitata e spesso anche la pazienza.

Vogliono trovare contenuti che li informino, che gli insegnano a fare qualcosa ma in maniera intrattenitiva, con inventiva e dinamicità.

La competizione è altissima e super agguerrita quindi bisogna sfruttare al massimo la propria creatività per distinguersi, altrimenti le persone non li troveranno nemmeno i nostri contenuti.

Invece l’obiettivo è utilizzare il formato video per:

  • connettersi con il proprio pubblico;
  • stuzzicare la sua curiosità;
  • farlo interagire con il contenuto.

E’ quasi impossibile quantificare il numero dei video che sono disponibili online: basti pensare che solo su YouTube se ne stimano 800 milioni nel 2022.

Allora come si fa a catturare l’attenzione dell’utente? Bisogna puntare sugli interessi della propria nicchia.

Anche con i video, dobbiamo focalizzarci sugli argomenti che sono più vicini ai bisogni e alle passioni del nostro target di riferimento.

Per essere originali e riuscire a distinguerci dalla massa non possiamo semplicemente copiare ciò che fanno tutti, solo perchè è di uso comune.

Anzi a volte bisogna dare al pubblico anche ciò che non si aspetta dal nostro business.

Non dobbiamo avere paura di sperimentare con i nostri contenuti e trovare forme innovative di comunicazione e di rapportarsi con chi ci segue.

Un’altra riflessione: durante la pandemia le interazioni con i clienti non sono potute avvenire faccia a faccia quindi tutto si è sposato nell’universo digitale.

Ora che gli eventi in presenza sono tornati, non significa che bisogna abbondare quelli online, anzi possiamo portare avanti entrambi così da offrire la possibilità di scegliere la modalità che preferiscono.

Riflessioni conclusive

Instagram è il mio settore di riferimento e credimi quando ti dico che i reels, quindi il formato video, rappresentano una strategia di crescita e di marketing potentissima.

Ma per ampliare la propria audience,  pubblicare reel a caso o solamente reel non è sufficiente, occorre una strategia precisa.

Serve definire la propria nicchia, il proprio target di riferimento, sviluppare un piano editoriale efficace e ben strutturato, creare i contenuti in base ai risultati ottenuti e molto altro ancora.

Di tutti questi elementi ne parlo nel dettaglio durante il mio webinar gratuito “La notte degli Oscar di Instagram” che ti invito a seguire, se ancora non lo hai visto.

Imparerai insieme come creare una community di successo, far crescere la tua pagina e monetizzare la tua passione online. Riserva subito il tuo posto gratis qui e a presto!

Condividi su: