Come creare una caption per Instagram

Sfrutta sempre il potere della caption!

Oggi vediamo insieme come creare delle captions facili da utilizzare e con una struttura solida.

La caption è quel testo descrittivo che mettiamo sotto ogni nostro post su Instagram e che ci serve per dare ancora più valore attraverso il nostro contenuto visivo.

Esistono varie tipologie di caption, a seconda anche del contenuto che stiamo presentando, ma mi soffermo sulla didascalia classica che rispetta sempre questa scaletta:

Gancio;

Contenuto;

Call to Action.

Il gancio serve appunto per agganciare le persone. Quando un nostro utente sta scrollando all’interno del suo feed, il gancio deve catturare la sua attenzione. Possiamo scegliere tra gancio a titolo che preannuncia ciò che verrà spiegato in maniera più approfondita nel post (esempio: 3 consigli per crescere più velocemente su Instagram) o gancio a domanda che fa leva su un desiderio o un problema che è rilevante per il nostro pubblico (esempio: Vuoi conoscere i 3 step per crescere una community online? Hai bisogno di creare la tua prima community online?).

La seconda parte fondamentale è il corpo del testo, ovvero spiegare al meglio ciò che avevamo preannunciato nel gancio. Consiglio di lasciare sempre uno spazio tra una descrizione e l’altra per agevolare la lettura, così sarà più facile consumare il contenuto. Se poi creiamo proprio una lista, allora ricordiamo di mettere un emoji prima di ogni punto per indicizzare il contenuto che proponiamo.

Voglio fare una precisazione: esiste la caption per un post carosello, ovvero una serie di immagini o video contenute nello stesso post, e la caption per il post classico. Nel primo caso, dove le persone devono anche scorrere per continuare a consumare il contenuto, il mio consiglio è mettere una caption breve, saltare la parte di corpo del testo lì ma inserirlo all’interno del carosello; nel secondo caso tutto il contenuto lo andiamo a riservare nella didascalia.

Ed infine parliamo di call to action, una chiamata all’azione, che è uno strumento da utilizzare per invitare gli utenti a compiere lo step successivo. Citiamo qualche esempio: lasciami un like se questo contenuto ti è piaciuto, lascia un commento e fammi sapere la tua, tagga un amico al quale potrebbe utile questo contenuto, clicca nel link in bio per prenotare una consulenza o acquistare un prodotto, e così via. Non esiste una call to action che sia più giusta di un’altra, dobbiamo sceglierla in base a quelli che sono i nostri obiettivi; inoltre dobbiamo sperimentare soluzioni diverse per capire cosa è più indicato per il nostro pubblico.

Prima di salutarti ti voglio invitare a partecipare al mio nuovissimo webinar, assolutamente gratuito, che si terrà live l’11 ottobre alle ore 21:00. Iscriviti ora e riserva il tuo posto per non perdere questo evento speciale! Clicca qui.

Condividi su: