Errori da evitare per il tuo canale YouTube

Scopri cosa non devi fare con il tuo canale YouTube

Se il tuo canale YouTube è aperto ma gli iscritti non crescono, è molto probabile che tu stia commettendo qualche errore.

Oggi vedremo insieme cosa bisogna fare e cosa assolutamente evitare.

Quando io stessa sono partita ho pensato di andare semplicemente a riproporre i contenuti di tendenza come facevano tutti ma ho imparato che proporre tematiche già viste e riviste è controproducente.

Questo perchè YouTube a differenza degli altri social è una piattaforma che funziona come un motore di ricerca quindi si basa sulla ricerca di parole chiave.

Capirai subito che è più è vaga la nostra parola chiave e meno probabilità avremo di posizionarci.

Ma come si fa a capire se un titolo è più efficace di un altro? Io personalmente utilizzo uno strumento che si chiama TubeBuddy. Ti mostro come usarlo al minuto 2:05 di questo video.

Come curare il tuo canale YouTube

Pensare di arrivare su YT e credere che dall’oggi al domani arriveranno 100.000 iscritti solo perchè il primo video magari è andato virale, è un errore gravissimo.

YouTube è una piattaforma a lungo termine quindi richiedere tempo e costanza più di ogni altra.

Un video pubblicato oggi in realtà potrebbe andare in tendenza tra un anno e ricevere più visualizzazioni allora: è il bello e il brutto di avere un canale YouTube.

Inoltre ti invito a sperimentare vari format (video formativo, vlog, tutorial) e non limitarti ad una sola tipologia di contenuto.

Ritornando a TubeBuddy, è utile anche per ottimizzare i video, inserendo le giuste parole chiave in didascalia, i tag e tutti gli elementi che servono per posizionare il video come primo nel motore di ricerca.

Cliccando qui al minuto 10:00 circa ti spiego esattamente come puoi utilizzarlo.

Un altro errore da evitare è inserire un’introduzione troppo lunga.

Ad esempio se hai creato un video in cui dai una serie di consigli cerca di fare un’intro molto breve, massimo 10-15 secondi e poi parti subito con il primo consiglio.

Perchè altrimenti succede che le persone si annoiano, escono e non guardano il tuo contenuto e il tuo watch through rate (il tempo di permanenza sul video) va a picco.

Invece più le persone rimangono a guardare il video e più YouTube lo spingerà e promuoverà ad altri utenti.

Riflessioni conclusive

So che spesso molti aspettano ad iniziare perchè hanno paura di non avere attrezzatura abbastanza bella o di qualità. Credimi, non farti assolutamente frenare da questi pensieri.

Non ti serve il telefono di ultima generazione o la videocamera super potente professionale per cominciare; puoi farlo usando ciò che hai già a disposizione.

Tra l’altro ho proprio pubblicato un video qui in cui spiego come creare video di qualità direttamente da smartphone.

L’attrezzatura più avanzata la puoi acquistare in un secondo momento, se ne hai necessità quando il canale cresce.

Ora prima di chiudere permettimi solamente di invitarti ad iscriverti al mio webinar gratuito “La notte degli Oscar di Instagram“, riservando il tuo post gratis a questo link.

E’ un training di 60 minuti durante il quale ti insegnerò esattamente come creare, far crescere e monetizzare la tua pagina Instagram con successo.

Condividi su: